Servizio Finanziario e Tributi

Imposta comunale sulla pubblicitĂ  e pubbliche affissioni

L’imposta sulla pubblicità si applica alla diffusione di messaggi pubblicitari, attraverso forme di comunicazione visive e/o acustiche diverse da quelle assoggettate al diritto sulle pubbliche affissioni, in luoghi pubblici o aperti al pubblico o da tali luoghi percepibile. Ai fini dell’imposizione si considerano rilevanti i messaggi diffusi nell’esercizio di una attività economica allo scopo di promuovere la domanda di beni o servizi, ovvero finalizzati a migliorare l’immagine del soggetto pubblicizzato.E’ tenuto al pagamento dell’imposta sulla pubblicità colui che dispone a qualsiasi titolo del mezzo attraverso il quale il messaggio pubblicitario viene diffuso. E’ solidalmente obbligato al pagamento dell’imposta colui che produce o vende la merce o fornisce i servizi oggetto della pubblicità.L’imposta si determina in base alla superficie della minima figura piana geometrica nella quale è circoscritto il mezzo pubblicitario, indipendentemente dal numero dei messaggi in esso contenuti. Le superfici inferiori a un metro quadrato si arrotondano per eccesso al metro quadrato e le frazioni di esso, oltre il primo, a mezzo metro quadrato; non si applica l’imposta per superfici inferiori a trecento centimetri quadrati. Per i mezzi pubblicitari polifacciali l’imposta è calcolata in base alla superficie complessiva risultante dallo sviluppo del minimo solido geometrico in cui può essere circoscritto il mezzo stesso. I festoni di bandierine e simili nonché i mezzi di identico contenuto, ovvero riferibili al medesimo soggetto passivo, collocati in connessione tra loro si considerano, agli effetti del calcolo della superficie imponibile, come un unico mezzo pubblicitario. L’imposta di pubblicità può essere annuale o temporanea. Per pubblicità temporanea si intendono tutte le forme pubblicitarie esposte per non più di 90 giorni (cartelli SALDI, OFFERTE VARIE, gonfaloni, striscioni, locandine ecc.). Oltre i 90 giorni si applica la tariffa annuale. 
Il servizio delle pubbliche affissioni è inteso a garantire l’esposizione in appositi impianti,di manifesti cartacei contenenti comunicazioni aventi finalità istituzionali, sociali o comunque privi di rilevanza economica e di messaggi pubblicitari diffusi nell’esercizio di un’attività economica. Le pubbliche affissioni sono effettuate secondo l’ordine di precedenza risultante dal ricevimento della commissione. La durata dell’affissione decorre dal giorno in cui è stata eseguita al completo. Il pagamento deve essere effettuato anticipatamente.
Il pagamento dell'imposta può essere effettuato sul C/C postale n. 12362075 intestato al Comune di Bessude. 
Per conoscere le tariffe vedi allegato.
 

T.O.S.A.P. - Tassa per l'occupazione degli spazi e aree pubbliche


La Tosap, acronimo di "tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche", è un tributo che viene applicato per le occupazioni di qualsivoglia tipologia dei beni del demanio o del patrimonio indisponibile dei Comuni e delle Province come strade,piazze, parchi. Con il termine “suolo pubblico” si intende il suolo e relativo soprassuolo e sottosuolo appartenente al demanio e al patrimonio indisponibile del Comune comprese le aree destinate a mercati anche attrezzati, il suolo privato gravato di servitù di passaggio pubblico, nonché i tratti di strade non comunali ma compresi all’interno del centro abitato individuato a norma del Codice della Strada. Le occupazioni sono permanenti e temporanee: sono permanenti le occupazioni di carattere stabile, effettuate a seguito del rilascio di un atto di concessione, aventi, comunque, durata non inferiore all’anno e con disponibilità completa e continuativa dell’area occupata, indipendentemente all’esistenza di manufatti o impianti. La durata della concessione non può essere superiore ad anni cinque. Le frazioni di anno, ai fini della determinazione del canone, sono computate per intero; sono temporanee le occupazioni di durata inferiore all’anno e che comunque non sono caratterizzate dalla disponibilità indiscriminata e continuativa dell’area.Sono assimilate alle permanenti le occupazioni protratte per non meno di otto mesi consecutivi effettuate dagli esercizi commerciali e di somministrazione (bar, ristoranti, gelaterie e affini) cosiddette dehors, che prevedono l’apposizione di tavolini, sedie, panchine, fioriere, pedane, ombrelloni e altri manufatti. Per conoscere le tariffe scarica l'allegato.

Imposta Unica Comunale

Con la Legge di Stabilità 2014, L.147/2013 è stata introdotta la IUC- Imposta Unica Comunale, basata su due presupposti impositivi , uno costitutito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore e l'altro collegato all'erogazione a alla fruizione dei servizi comunali.  La IUC si compone dell'imposta municipale propria - IMU, da una componente per finanziarie i servizi indivisibili - TASI, una componente per finanziarie i costi della raccolta e smaltimento dei rifiuti - TARI.
                                                                    IMU
Si informano tutti i proprietari degli immobili che la prima rata a titolo di acconto scade il 16 giugno e la seconda rata a titolo di saldo la scadenza è fissata per il 18 dicembre.  E' facoltà del contribuente effettuare il versamento dell'imposta in un unica soluzione entro e non oltre il 16 giugno.
Programma di calcolo IMU e stampa F24 automatico http://iuc.egaspari.it/index.aspx?cb=A827
                                                                   TARI
Si informano tutti i contribuenti che la prima rata scade il 31 Agosto 2018, la seconda rata scade il 30 settembre 2018 e la terza rata scade il 31 Ottobre 2018. E' facolta del contribuente effettuare il versamento del tributo in un unica soluzione entro e non oltre il 31 Ottobre 2018. 
                                                                  TASI
Con Delibera di Consiglio Comunale n. 12 del 26/03/2018 è stata determinata l'aliquota TASI pari a 0,00(zero) per l'anno 2018.